Tarsila Do Amaral - Morro da favela

 

Prima che i portoghesi scoprissero il Brasile, il Brasile aveva scoperto la felicità .
Oswald de Andrade

Bahia
Lindo e triste Brasil
Toquinho
Popolo bello, piange ridendo, canta "na Sapucaí"/ fra enredo e passistas/ si mescolano medico, artista e spazzino/ con quel poco che abbiamo/ comunque sappiamo, soffrendo, cantare e sorridere...
Il mio primo viaggio cominciò con la Bossa, poi fu Caetano, e poi ancora Bahia, il Samba, Rio, il carnevale, l'allegria, il nord-est, la povertà, Brasilia, la gente, i colori... e poi la sensazione... 
che non riuscirò mai più a togliermi di dosso tutto il Brasile che mi ha invaso...
Brasile amato, non perché sia la mia patria, / La patria è la casualità delle migrazioni, e del pane nostro dove Dio ce lo dà... / Brasile che amo, perché è il ritmo del mio braccio avventuroso / Il gusto dei miei riposi, / Il ritmo dei miei cantici, amori, danze. / Brasile che io sono, perché è la mia espressione più divertita, / Perché è il mio sentimento più pacato, / Perché è il mio modo di guadagnare, di mangiare e di dormire.  
Mário de Andrade "Il poeta mangia arachidi"
IL SAMBA
e la sua "filosodia"

Desde que o samba è samba
Caetano Veloso
Il samba è padre del piacere / Il samba è figlio del dolore / il grande potere trasformatore

Robert Delaunay - Ritmo-e-allegria-di-vivere
LA SAUDADE
Non si può prescindere da questo tema chiave quando si cerca di comprendere l’animo e la sensibilità dell’universo culturale brasiliano..
IL CARNEVALE
Il carnevale in Brasile è una festa nazionale e anche se siamo abituati a conoscere il famoso carnevale di Rio de Janeiro, in realtà l’intero paese è coinvolto in questa parentesi
"Noi brasiliani siamo un popolo in trasformazione, ostacolato nella sua trasformazione. Un popolo mischiato nella carne e nello spirito, visto che qui la mescolanza delle razze non è mai stata considerata crimine o peccato. Nella mescolanza siamo nati e continuiamo a nascere. Questa massa di nativi vivé per secoli senza avere coscienza di sé….Fino alla definizione di una nuova entità etnico-nazionale, quella dei brasiliani"
Darcy Ribeiro “O Povo Brasileiro”
Notti del Nord
Caetano veloso
La schiavitù resterà / per molto tempo come la caratteristica / nazionale del Brasile. / Ha disperso nelle nostre vaste / solitudini una gran dolcezza; / il suo contatto è stato / la prima maniera che ha ricevuto la natura vergine del paese, / ed è stata quella che lui ha conservato / lei (la schiavitù) lo ha abitato come / se fosse una religione naturale e viva / con i suoi miti, le sue leggende, / i suoi incantamenti, il suo fascino; / la sua anima infantile, le sue tristezze senza dolore, / le sue lacrime senza amarezza, / il suo silenzio senza concentrazione, / la sua allegria senza un ragione, / la sua felicità senza il giorno che segue... / È lei il sospiro indefinibile che / esalano alla luna le nostre / notti del Nord
Emiliano Di Cavalcanti
Jorge Amado
"Amado è stato lo scrittore che più e meglio ha rappresentato il Brasile nel mondo intero". 
Paulo Coelho
Tarsila Do Amaral - Seconda classe
Orpheu da conceiçao
Vinícius de Moraes
Non voglio vedere nessuno triste, nessuno solo, nessuno che non beva! Allegri, certa è la morte! Domani è il giorno delle ceneri, oggi è tutto allegria, è l’ultimo giorno di allegria! In fin dei conti chi comanda qui? (...) Allegria! Questo è il regno dell’allegria!
Vinìcius de Moraes
Fu giornalista, musicista, critico cinematografico, diplomatico per il Brasile, ma sopratutto come poeta e compositore, fu una delle massime figure della musica brasiliana contemporanea.
Foto Gallery Concerti Brasiliani - da www.umbriajazz.com
Gilberto Gil
“Il presidente Lula desidera che io accetti la carica di Ministro della cultura. Ha scelto un’uomo del popolo come lui, un uomo coinvolto nel sogno generazionale di riuscire a trasformare il paese...
raffaella.fuso@yahoo.it
Copyright 2007- Fuso Raffaella - Tutti i diritti riservati